Rilievo dell’emicrania: lo yoga può ridurre gli attacchi di emicrania?

Rilievo dell'emicrania: lo yoga può ridurre gli attacchi di emicrania?

Le emicranie sono piuttosto comuni e si pensa che colpiscano ovunque tra il 10% e il 20% della popolazione. [1]

Che cos’è l’emicrania?

Clinicamente se una persona ha mai avuto cinque o più attacchi di mal di testa della durata di 4-72 ore, allora potrebbe essere diagnosticata l’emicrania. Un mal di testa è comunemente pulsante o pulsante, ma non necessariamente. Può o meno essere correlato a qualsiasi disturbo fisico.

È difficile definire la causa dell’emicrania. Anni di ricerca non sono riusciti a spiegare la causa precisa di questi mal di testa. Esistono diverse teorie. All’inizio e alla metà del ventesimo secolo l’emicrania era considerata una malattia dei vasi sanguigni del cervello dovuta.

Tuttavia, l’ultimo pensiero è che si tratta di una condizione neurologica più grave, caratterizzata da cambiamenti nel cervello. Ora è piuttosto paragonato a una malattia come l’epilessia.

Maggiori informazioni su: Yoga ed epilessia: cosa dovresti sapere

Si ritiene che l’emicrania sia un’ipersensibilità geneticamente indotta che coinvolge neuroni (cellule cerebrali) situati all’interno del sistema nervoso centrale. Se un neurone innescato geneticamente è innescato da un cambiamento nell’ambiente esterno (ad esempio un calo della pressione barometrica) o nell’ambiente interno (ad esempio un improvviso calo del livello di estrogeni), quel neurone può attivarsi. Come risultato di questa attivazione, fa scattare i suoi neuroni vicini per unirsi. Questa reazione a catena induce i percorsi nel cervello che normalmente conducono il mal di testa per risvegliarsi e produrre i sintomi familiari di un attacco di emicrania. [2]

Lo yoga può aiutare a superare l’emicrania?

In uno degli studi clinici, 30 partecipanti hanno praticato yoga insieme a trattamenti convenzionali e altri 30 hanno appena assunto solo farmaci. Coloro che praticavano yoga per cinque giorni alla settimana si sentivano molto meglio alla fine delle prove di sei settimane. Pertanto, i ricercatori hanno concluso che lo yoga merita un posto di rilievo nella terapia dell’emicrania. [3]

Una revisione critica basata su 29 studi medici, condotta nel 2015, ha scoperto che ci sono prove moderate da studi di controllo randomizzati che lo yoga può aiutare con le emicranie. Può farlo attraverso il suo effetto calmante sulla mente, aiutando una persona a rilassarsi meglio, aiutando a superare l’ansia e la depressione e riducendo così gli episodi di emicrania. Questa revisione critica conclude che sono necessarie molte più ricerche per fare affermazioni conclusive. [4]

Altre ricerche mostrano che lo yoga è adatto per la salute del cervello e può aiutare sia in condizioni neurologiche che psichiatriche. Nella maggior parte di tali condizioni è raccomandato come trattamento aggiuntivo. In un’importante rassegna della letteratura, pubblicata nel 2017, i ricercatori hanno analizzato tutti gli articoli di ricerca riguardanti il ​​beneficio dello yoga in condizioni neurologiche come la demenza, l’epilessia e così via, scritti tra il 1963 e il 2016. Concludono che ci sono prove schiaccianti per il supporto dell’uso dello yoga nelle malattie neurologiche. [5]

Risultati simili sono stati notati in una revisione della letteratura riguardante i benefici dello yoga in varie condizioni psichiatriche. Lo studio ha scoperto che sebbene lo yoga non fosse la componente principale del trattamento, sembra sicuramente avere un ruolo come terapia complementare. Vi sono prove chiare che può aiutare sia in condizioni neurologiche che psichiatriche. [6]

Cosa possiamo concludere riguardo ai benefici dello yoga nell’emicrania?

In primo luogo, è necessario capire che l’emicrania è una condizione neurologica complessa con sintomi psichiatrici come i cambiamenti dell’umore e le risposte emotive. Lo yoga ha benefici a lungo termine in entrambe le condizioni; quindi, contribuirà a ridurre la gravità e l’intensità degli episodi di emicrania. Le prove attuali sembrano suggerire che lo yoga dovrebbe essere usato insieme alla terapia convenzionale per il massimo beneficio.

Suggerimenti per insegnanti e professionisti: Yoga per la prevenzione dell’emicrania?

1. Il giusto stile yoga

Alcune lezioni di yoga comportano molto calore o sono molto vigorose. In generale, gli studenti di yoga con una storia di emicrania dovrebbero (almeno inizialmente) evitare questo tipo di lezioni. Alcuni pazienti hanno scoperto che l’esercizio fisico troppo intenso o lezioni di yoga possono effettivamente scatenare emicranie. Lo yoga dolce che si concentra sulla respirazione e sulla meditazione è l’ideale, mentre si consiglia di spostare il corpo in varie posizioni.

2. Comprendere il respiro e il suo ruolo

Il principio essenziale dello yoga per i pazienti con emicrania inizia al respiro. La respirazione lenta, uniforme e profonda calma il sistema nervoso, rilassa i muscoli e riduce il dolore. D’altra parte, la respirazione superficiale e stressata provoca i crampi muscolari e il dolore che aumenta.

Durante un attacco di emicrania, le tecniche di respirazione profonda possono ridurre il dolore. La respirazione profonda e consapevole è un ingrediente importante nelle lezioni di yoga e può essere praticata quando e dove per calmare il corpo e abbassare la pressione sanguigna.

3. All’inizio dell’emicrania, queste 3 posture calmanti possono aiutare:

  • Posa del bambino
  • Gambe al muro
  • Posa cadavere

Conclusione

Oggi si ritiene che gli attacchi di emicrania siano il risultato dell’interazione tra la predisposizione genetica e l’ambiente. La genetica è un fattore predisponente e l’ambiente è il fattore aggravante. Significa che i cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a prevenire gli attacchi di emicrania. Cambiamenti nella dieta, attività fisica e consapevolezza mentale sono le chiavi per prevenire futuri attacchi di emicrania.

Vi sono prove crescenti che una pratica prolungata e regolare dello yoga può ridurre significativamente gli episodi di emicrania. Durante le fasi acute, può essere praticato insieme al trattamento convenzionale. Se praticato regolarmente, lo yoga può aiutare a prevenire incidenti di emicrania anche senza alcun farmaco. Pertanto, se soffri di emicrania te stesso o alcuni dei tuoi studenti di yoga, il consiglio è: continua a praticare yoga! Scegli attentamente lo stile yoga e tieni d’occhio il modello degli attacchi di emicrania.

risorse

[1] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29527677

[2] https://americanmigrainefoundation.org/resource-library/what-is-migraine/

[3] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4097897/

[4] https://doi.org/10.1589/jpts.27.2377

[5] https://doi.org/10.1016/j.jocn.2017.05.012

[6] https://neuro.psychiatryonline.org/doi/full/10.1176/appi.neuropsych.11040090

Circa l’autore

Ram-Online-Yin-Yoga-Teacher Ram Jain (E-RYT 500) è il fondatore di Arhanta Yoga Ashrams .

Tiene corsi di formazione professionale per insegnanti di Yoga in India e Paesi Bassi. Dal 2019, ha formato oltre 4000 insegnanti di yoga.

Subscribe now to receive our series of short e-books

Our E-books

Subscribe to our mailing list and receive a series of short e-books