Le Relazioni Alla Luce Della Filosofia Yoga

Gli esseri umani sono esseri sociali e le nostre relazioni influenzano direttamente la nostra felicità e la nostra salute. Numerosi studi dimostrano che le persone con una rete di relazioni affettuose e di sostegno vivono più a lungo e in modo più sano. Allo stesso tempo, la maggior parte delle relazioni ci mette alla prova. Se chiedete a un manager quale sia la sfida più grande nel suo lavoro, probabilmente vi risponderà “le persone”. E si tratta di persone con cui i manager non sono nemmeno coinvolti emotivamente. Le relazioni con le persone a cui teniamo veramente possono essere una grande fonte di gioia e di sostegno, ma probabilmente a volte ci causano anche dolore e preoccupazione.

I genitori che si affacciano per la prima volta al mondo della scuola spesso si stupiscono di come il loro stato d’animo e il loro comportamento si riflettano direttamente sul comportamento dei loro bambini. È molto visibile con i bambini, ma accade in tutte le relazioni che ci circondano. Le relazioni ci rispecchiano e ci sfidano a crescere nella consapevolezza di noi stessi. Le relazioni svolgono un ruolo importante nella nostra esperienza umana e sono un pilastro essenziale che ci aiuta a costruire una vita felice e soddisfacente.

Per saperne di più:I 6 pilastri di una vita felice

E le relazioni non sono casuali o arbitrarie. La filosofia yoga ci insegna che hanno una ragione e uno scopo nella nostra vita. Le persone con cui abbiamo una relazione (amico, fidanzato, padre, madre, fratelli, ecc.) hanno tutte una ragione per essere nella nostra vita e noi abbiamo una ragione per essere nella loro vita. Siamo legati l’uno all’altro dal karma.

Le relazioni non esistono a caso, ma sono dovute a legami karmici. Le relazioni bilanciano il nostro karma dandoci tristezza o felicità.

Che cos’è il karma?

Ilkarma può essere tradotto letteralmente come “azione”. Si riferisce alla legge secondo cui a ogni azione corrisponde una reazione uguale. Questa reazione può avvenire immediatamente o in un momento futuro. La filosofia yoga è caratterizzata dalla nozione di infinito, che implica la reincarnazione e la rinascita. Pertanto, queste reazioni karmiche operano attraverso le vite. Le azioni buone o virtuose avranno reazioni positive e le azioni cattive o viziose avranno reazioni negative.

Queste reazioni karmiche sono sempre legate a un’altra anima che ha un conto karmico con voi. Qualsiasi azione comporta la creazione di un karma con un’altra anima. Pertanto, il karma crea legami karmici e influenza notevolmente le relazioni che intratteniamo nel corso di molte vite.

Come si “crea” il karma

Con ogni azione intenzionale creiamo karma. L’intenzione e l’azione sono strettamente legate, come dimostra l’esempio seguente:

Immaginate di essere alla guida della vostra auto di notte e che piova a dirotto. Siete un po’ in ritardo per l’appuntamento e mentre guidate controllate e sistemate i vostri capelli nello specchietto retrovisore. Avete distolto per un attimo lo sguardo dalla strada e in quel momento un gatto corre in strada davanti alla vostra auto. Poiché la vostra attenzione è distolta, non vedete il gatto in tempo, lo investite e il gatto muore.

Un altro scenario: State guidando la vostra auto di notte e piove a dirotto. Vedete un gatto che attraversa la strada davanti a voi e accelerate. Lo investite intenzionalmente e lo uccidete.

Scenario Las: State guidando la vostra auto di notte e piove a dirotto. Non riuscite a vedere bene e quindi rallentate e guidate con molta attenzione e concentrazione. All’improvviso un gatto corre in strada davanti a voi. Si preme immediatamente il freno. Purtroppo l’auto ha troppo slancio e voi travolgete e uccidete il gatto.

In tutti questi scenari, il risultato è lo stesso: il gatto muore. Nel terzo scenario, tuttavia, non avevate intenzione di uccidere il gatto e avete fatto il vostro dovere adattando la vostra guida alle circostanze difficili. Pertanto, non avete accumulato karma negativo per aver ucciso il gatto.

Nel primo scenario, anche voi non avevate intenzione di uccidere il gatto, ma avete trascurato il vostro dovere di guidatori di auto. Pertanto, raccogliete un po’ di karma negativo per la morte del gatto.

Nel secondo scenario, avete ucciso intenzionalmente il gatto e quindi raccoglierete tutto il karma negativo di questa azione.

Come possiamo bilanciare il karma

Il karma agisce attraverso le vite. Si traduce in un ciclo infinito di nascite e rinascite, con le conseguenze delle azioni compiute nelle vite passate che si ripresentano nella vita attuale. Finché abbiamo un karma, nasciamo di nuovo.

Secondo la filosofia yogica, è possibile liberarsi da questo ciclo. In effetti, la liberazione dal cerchio della vita e della morte è l’obiettivo finale dello yoga. Le otto membra della filosofia yoga ci forniscono pratiche come gli Yamas e i Niyamas (codici morali e osservanze), nonché la meditazione con cui possiamo bilanciare il nostro conto karmico e liberarci dal cerchio della vita e della morte.

Non potete scegliere il karma che vi portate dietro da vite precedenti o da questa vita. Ma potete scegliere le vostre azioni nel presente e nel futuro.

Per saperne di più:I quattro principi del karma

Per saperne di più:Karma e Dharma – Lo state facendo nel modo giusto?

Il fondamento della filosofia yoga: La reincarnazione

Come già detto, l’intera filosofia dello yoga ruota attorno al concetto di reincarnazione e rinascita. La nostra anima cambia il corpo proprio come cambiamo un paio di scarpe dopo che si sono consumate. Una vita di 80 anni in forma umana è come una domenica in tutta la nostra vita, incredibilmente breve e apparentemente insignificante.

Quando la nostra anima passa a un nuovo corpo, il karma raccolto decide il tipo di corpo e di situazione in cui nasceremo. Si può paragonare l’esempio di un giovane che studia duramente e adempie ai suoi doveri e va all’università a quello di un giovane che trascura i suoi studi e i suoi doveri, entra in ambienti criminali e finisce in prigione. Le azioni del primo giovane gli presenteranno molte opzioni tra cui scegliere: dove vivere, che tipo di lavoro fare, dove viaggiare e cosa mangiare. Le azioni del secondo giovane gli offriranno molte meno opzioni: una piccola cella dove gli altri gli impongono cosa e quando mangiare, nessuna scelta sul lavoro da svolgere e su quando uscire, ecc.

Il buon karma delle vite passate ci offre opzioni migliori in questa vita e viceversa.

Questo è un concetto difficile per molti, perché potrebbe sembrare arrogante e insensibile nei confronti di chi è nato in circostanze estremamente difficili. Ricordo sempre agli studenti che questo significa anche che abbiamo più potere di cambiare il nostro karma di quanto possiamo pensare. Vivendo una vita retta, possiamo bilanciare positivamente il nostro karma e migliorare la nostra vita attuale e quella futura. Ricordo sempre ai miei studenti che avere meno opzioni non significa sempre sperimentare meno felicità. La felicità non dipende dalle opzioni.

Per saperne di più: Life Hack:Seguite questi 5 passi per essere più felici nella vostra vita quotidiana

Reincarnazione, dharma e relazioni

I legami karmici ci presentano una varietà di relazioni in ogni vita. Ogni relazione che intraprendiamo è in realtà un dovere (dharma). Alcune di queste relazioni (doveri) le otteniamo per nascita. Altri li scegliamo.

La filosofia yoga ci insegna che fare il proprio dovere al meglio delle proprie capacità è essenzialmente ciò che dobbiamo fare per bilanciare il karma. Le relazioni sono doveri che riceviamo a causa dei nostri conti karmici e identificare il vostro dovere nelle relazioni vi aiuta a fare le scelte giuste nel modo in cui vi impegnate nelle relazioni.

Nelle diverse fasi della vita, avrete rapporti diversi con le persone che vi circondano. In gioventù, la maggior parte di noi ha un forte legame karmico con la madre. Lei è nel primo cerchio della nostra rete karmica. Con l’avanzare dell’età, potreste aver bilanciato la maggior parte del karma tra voi e vostra madre, e ora state stringendo un rapporto stretto con la vostra ragazza, che prima era un’amica lontana. Vostra madre si sposta nel cerchio più lontano della rete karmica e la vostra ragazza si sposta nel cerchio più vicino, poiché ora dovete bilanciare più karma con lei.

È così che tutte le relazioni della nostra vita si evolvono e continuano ad evolversi nel corso della vita.

È importante ricordare che:

  • tutte le relazioni devono essere a doppio senso e
  • ci sono delle priorità nei vostri compiti.

Il vostro primo dovere è quello di crescere. Non si può mantenere una relazione abusiva solo perché si ritiene che sia un dovere farlo. E nemmeno una relazione unilaterale. A volte una persona nella vostra vita ha un effetto così distruttivo su di voi che dovete tagliarla e confidare che il vostro karma sarà equilibrato in un’altra vita.

A volte le persone mi chiedono se le anime gemelle esistono. Sì, esistono. Ma non nel senso romantico in cui la maggior parte delle persone intende il concetto di anima gemella. Tutte le persone della nostra vita sono anime gemelle, perché le nostre anime sono legate l’una all’altra dal karma del passato.

Linee guida della filosofia yoga su come trovare una felicità duratura nelle relazioni di coppia

  • Comprendere adeguatamente il proprio ruolo nelle relazioni esistenti.
  • Comprendete le vostre aspettative nei confronti delle relazioni.
  • Decidete come vorreste che fossero tutte le vostre relazioni importanti (le relazioni sono come un giardino).
  • Assumersi la responsabilità personale in tutte le relazioni.
  • Scegliere con cura le nuove relazioni.
  • Evitare di trovare difetti.
  • Risolvere i problemi cercando la causa.