The Bandhas: 4 Energy Locks in Yoga

Miti e verità su Bandhas (energy locks yoga)

Durante le tue lezioni di yoga o allenamento, probabilmente hai sentito parlare dei bandha . Molti insegnanti di yoga usano regolarmente la frase ‘attiva i tuoi bandha nelle loro istruzioni. Ma spesso i bandha non sono spiegati correttamente e c’è molta confusione su di loro. Continua a leggere per capire quali sono i bandha, cosa significa effettivamente attivare i bandha e quale sia lo scopo dei bandha.

Quali sono i bandha?

Ci sono sei sfinteri nel nostro sistema digestivo. Uno sfintere è un anello di muscoli che circonda e serve a proteggere o chiudere un’apertura. Tre di questi sei sfinteri possono essere contratti per creare i bandha o le serrature.

  1. Sfintere anale per creare Mula Bandha
  2. Sfintere di Oddi per creare Uddiyana Bandha
  3. Sfintere esofageo superiore per creare Jalandhara Bandha

Quando tutti e tre gli sfinteri sono chiusi, creiamo Maha bandha

La chiusura di questi sfinteri crea blocchi fisici ed energetici nel corpo. Questi gesti di chiusura bloccano le energie vitali (prana) in una specifica regione del corpo. Questi blocchi di energia sono chiamati Bandhas. Queste serrature sono componenti essenziali nella pratica del pranayama.

La respirazione è la funzione più importante del prana. Prana governa l’inspirazione e l’espirazione, dando così energia a tutte le attività fisiche e mentali. L’unico modo corretto di manipolare il prana è il respiro. Nelle fasi avanzate, è possibile utilizzare tecniche di pranayama. Pranayama può letteralmente essere tradotto come l’espansione della forza vitale. Questo dovrebbe essere fatto in modo controllato con le giuste intenzioni e sotto la guida di un insegnante esperto.

Quello che viene spesso chiamato “pranayama” è in realtà pranayama preparatorio o esercizi di respirazione. La differenza tra esercizi di respirazione e pranayama è che il pranayama è in realtà una pratica per professionisti avanzati e implica l’uso di ritenzione interna ed esterna (antar e bahaya kumbhaka) e (!) Le chiusure yogiche, i bandha.

Maggiori informazioni: qual è la differenza tra pranayama ed esercizi di respirazione?

Precauzioni

Anche se ci sono molti benefici, in alcuni casi i bandha possono alleviare la tua condizione o malattia. Non dovresti tentare di applicare le bandha se si verifica una delle seguenti condizioni:

  • sei incinta
  • hai disturbi della pressione sanguigna
  • hai qualsiasi tipo di malattia o condizione dell’addome
  • ha disturbi intestinali o ernia
  • soffre di qualsiasi malattia cardiaca

Vantaggi dei Bandhas

Benefici fisici

Quando vengono applicati i bandha, essi attivano i muscoli e stimolano gli organi e le ghiandole nella rispettiva regione. Ad esempio, l’applicazione di mula bandha attiva i muscoli del pavimento pelvico e stimola gli organi riproduttivi. Li tonifica e migliora il funzionamento. Uno studio scientifico condotto nel 2017 con 50 donne che soffrono di prolasso sintomatico lieve degli organi pelvici ha dimostrato che una pratica regolare di mula bandha durante un periodo di tre mesi ha contribuito a ridurre la gravità dei sintomi e migliorare la qualità della vita in pazienti con lieve grado di prolasso. [1]

Benefici astrali

I bandha stimolano anche i chakra bloccando l’energia che li circonda. Poiché il prana si muove sempre, il bandha aumenta questo flusso attorno ai chakra. Quando i chakra sono stimolati, diffondono i prana in modo più efficiente in tutto il corpo. Ciò si traduce in benessere fisico e mentale.

Per comprendere gli effetti dei bandha è essenziale comprendere i cinque principali prana.

Quali sono i cinque prana?

Ora, in generale, la gente dice che il prana è energia. Giusto e sbagliato! Non tutte le energie sono uguali. Come se ci fosse energia nel cibo, c’è energia nella batteria. Ma sono diversi tipi di energia. Non è possibile sostituire il cibo con batterie per la propria fonte di energia.

Prana significa forza vitale o energia vitale. Queste sono le forze o le energie di cui abbiamo bisogno per fare le nostre attività di vita. Ora, quali sono le attività della vita? Come fai a sapere se qualcuno è vivo? Sai perché respirano, si muovono, parlano, pensano. Giusto? Quindi queste attività sono chiamate attività della vita. E l’energia o la forza di cui abbiamo bisogno per fare queste attività si chiama prana. Esistono cinque prana principali che forniscono energia per cinque diversi tipi di attività della vita.

  1. Apana : forza necessaria per l’escrezione, come sudorazione, minzione, ecc.
  2. Samana : forza necessaria per la digestione e il metabolismo.
  3. Prana : forza necessaria per il pompaggio del cuore.
  4. Vyana : forza richiesta circolazione e movimento.
  5. Udana – forza necessaria per azioni nella parte superiore del corpo come parlare, pensare, movimento degli occhi, ecc.

Applicando i bandha miglioriamo il funzionamento di questi prana nel corpo. Quando il prana scorre correttamente, ottimizza la funzione, la rigenerazione e la guarigione del corpo fisico.

Come applicare le quattro bandha?

Anche se molti insegnanti chiedono agli studenti di applicare bandha durante la lezione di asana, tradizionalmente i bandha venivano applicati solo durante la pratica del pranayama. In realtà non è possibile applicare bandha mentre si fa asana perché in asana stai respirando e quando applichi bandha stai trattenendo il respiro. Quindi puoi applicare bandha solo se trattieni il respiro nell’asana. Ma l’insegnante ti chiede mai di trattenere il respiro?

Le serrature possono essere scomode all’inizio e ci vuole un po ‘di pratica per sentirsi a proprio agio con le serrature. Prima di iniziare, trova una posizione seduta stabile e comoda con la colonna vertebrale allungata. Ecco alcuni suggerimenti per imparare ad applicare questi blocchi energetici:

Mula Bandha

Mula Bandha può essere applicato con ritenzione del respiro interna o esterna. Per applicare mula bandha con ritenzione interna,

  1. Inspira per quattro conteggi e immagina di dover fare pipì e fare la cacca, ma non ti è permesso farlo.
  2. Quindi, se provi a trattenere l’urina e le feci, impegnerai automaticamente i muscoli del pavimento pelvico.
  3. Ora trattieni delicatamente i muscoli per 8-16 conteggi.
  4. Rilasciare il pavimento pelvico ed espirare.

È importante ricordare che non è necessario abusare o contrarre eccessivamente i muscoli del pavimento pelvico. Basta una leggera compressione. La parte superiore del corpo dovrebbe essere calma e stabile.

Uddiyana Bandha

Questo può essere praticato in posizione seduta o in piedi. Mentre sei in piedi, metti le mani saldamente sulle cosce, tieni le gambe divaricate e piega il tronco leggermente in avanti.

Per applicare uddiyana bandha,

  1. Per prima cosa, svuota i polmoni e la pancia espirando in modo controllato. Espira fino a quando non c’è più aria nel tuo ventre.
  2. Quando i polmoni e la pancia sono completamente vuoti, aspirare l’ombelico verso l’alto e verso l’alto. Come in un movimento di suzione di pasta. In questo modo il diaframma sale naturalmente nella cavità toracica e l’addome poggia contro la parte posteriore del corpo, in alto nella cavità toracica
  3. Ora trattieni delicatamente il respiro e l’addome per 8-16 conteggi.
  4. Rilasciare l’addome e inspirare delicatamente.

Ricorda che durante la conservazione di questa serratura non stai respirando. Stai facendo bahaya kumbhak , ritenzione esterna (trattenendo il respiro fuori dal corpo).

Non tentare di trattenere il respiro in questa posizione più a lungo di quanto si possa fare comodamente senza inalare. È comune tossire un po ‘quando si impara uddiyana bandha.

* Nota che questo bandha può essere applicato solo con ritenzione esterna. Non è possibile eseguire questo bandha dopo l’inalazione (ritenzione interna).

Jalandhara Bandha

Jalandhara bandha può essere applicato sia durante la conservazione interna che esterna.

Per applicare jalandhara bandha con ritenzione interna,

  1. Inspirare per 4 conteggi, posizionare la parte superiore della lingua piatta contro il tetto della bocca.
  2. Succhia la lingua verso la gola.
  3. Ora fai un movimento “) con il mento e portalo più in basso e più vicino alla tacca giugulare.
  4. Trattieni il respiro per 8-16 conteggi.
  5. Riporta il mento nella posizione originale ed espira.

Maha Bandha

Quando tutti e tre i blocchi vengono applicati in conservazione esterna, si chiama maha bandha. Questo è un blocco molto potente poiché tutti e tre i blocchi vengono applicati nella conservazione esterna. Questo dovrebbe essere praticato solo dopo un buon controllo sui primi tre blocchi.

Miti e verità sui bandha

Puoi applicare bandha durante gli asana

Non è possibile applicare il bandha durante un asana a meno che non trattieni anche il respiro. Ciò che la maggior parte degli insegnanti vuole dire è che attiva i tuoi muscoli, non impiccarti mentre fai l’asana. L’attivazione dei muscoli durante gli asana offre un migliore controllo e stabilità. Ma questa è solo l’attivazione del muscolo, non l’applicazione di bandha

Chiunque può applicare bandha

Per applicare la bandha è necessario un certo controllo mentale e fisico. Tradizionalmente i bandha venivano insegnati agli studenti solo con una buona pratica regolare.

I bandha possono solo fare del bene ma non fare del male

Come qualsiasi altro esercizio se non eseguito correttamente, i bandha possono anche dare effetti negativi. Lì dovrebbero essere appresi e praticati sotto la corretta supervisione di un insegnante competente.

Devi usare molta forza per applicare i bandha

In realtà, una volta capito che i bandha diventano molto sottili e delicati. Non dovresti provare ulteriore stress quando li applichi. Se stai usando troppa forza e contrazioni muscolari extra, è probabile che le stai facendo in modo errato.

Conclusione

I bandha sono usati per stimolare il prana e i chakra. Poiché ciò richiede una profonda comprensione del corpo astrale ed è necessario un adeguato controllo del corpo prima di iniziare a usarli. Con l’intenzione appropriata, questo serve a progredire sul percorso yogico. Esercitarsi con i bandha dovrebbe essere fatto con cautela, poiché le idee sbagliate sui bandha possono essere fuorvianti per i principianti. Inizia sempre a praticare con la guida di un insegnante esperto!

Suggerimento di lettura: Asana, Pranayama, Mudra e Bandha – Swami Saraswati Satyananda

Circa l’autore

Ram Jain - Arhanta Yoga

Ram è Direttore fondatore dell’Arhanta Yoga Ashrams India e Paesi Bassi. Negli ultimi 10 anni, gli Ashram di Arhanta Yoga sono diventati famosi a livello internazionale per i loro corsi di formazione professionale per insegnanti di yoga in India e in Europa, e fino ad oggi hanno formato oltre 4000 insegnanti di yoga provenienti da tutto il mondo. Ram è l’insegnante principale del corso di formazione per insegnanti di yoga di 200 ore in India e nei Paesi Bassi e l’autore dell’ampio libro: Hatha Yoga per insegnanti e professionisti – Una guida completa per il sequenziamento olistico .

Subscribe now to receive our series of short e-books

Our E-books

Subscribe to our mailing list and receive a series of short e-books