8 consigli per far sentire i tuoi studenti al sicuro durante le lezioni di yoga

Come far sentire gli studenti al sicuro durante la lezione di yoga

La domanda su come garantire che i tuoi studenti si sentano al sicuro durante le lezioni di yoga è un altro argomento di successo nella scena yoga – e con buone ragioni. In primo luogo, a causa di una serie di episodi di abuso sessuale tra insegnanti di yoga segnalati negli ultimi anni.

In secondo luogo, c’è una crescente consapevolezza dei potenziali effetti curativi dello yoga per problemi di salute legati al trauma. Pertanto, le persone che vengono nella tua classe potrebbero essere più sensibili al trauma della popolazione generale.  

E, ultimo ma non meno importante, esiste un mito prevalente secondo cui lo yoga è libero dal rischio di lesioni. Questo semplicemente non è vero. Lo yoga richiede che il corpo si muova in un modo in cui normalmente non lo fa. I nuovi studenti devono diventare più flessibili e più forti passo dopo passo. È quindi importante prestare molta attenzione alla prevenzione degli infortuni quando uno studente viene in classe per la prima volta.  

Come insegnante di yoga, dovresti essere consapevole dell’effetto che l’ambiente e il tuo comportamento potrebbero avere sui tuoi studenti. Come puoi far sentire i nuovi studenti al sicuro nella tua lezione di yoga? E come puoi tenerli al sicuro? Ecco un elenco di cose da fare e non fare per creare un ambiente fisicamente ed emotivamente sicuro nelle tue lezioni di yoga.  

4 Fai per creare uno spazio yoga sicuro

1. Dai un’introduzione allo studio, al tuo modo di insegnare e alle abitudini

Quando un nuovo studente entra nella tua classe, prenditi un momento per presentargli questo ambiente potenzialmente nuovo. Puoi mostrare allo studente in giro, mostrare allo studio e lo spogliatoio e il bagno. Spiega allo studente il tuo modo di insegnare, in modo che sappia cosa aspettarsi. Può anche essere utile nominare alcuni costumi in una lezione di yoga. Ad esempio, hai qualche rituale di apertura come il canto di Ohm? Sono sempre lì per il tè o hai un’altra lezione subito dopo? In questo modo, puoi dare allo studente un’idea di ciò che accadrà.  

2. Creare uno spazio yoga sicuro chiedendo infortuni e precedenti esperienze

Un’altra cosa importante da iniziare è prestare attenzione personale allo studente. Conosce lo yoga o è la prima volta? Quali aspettative ha lo studente? Chiedere lesioni e dire allo studente come normalmente le affronti: fai degli aggiustamenti o consigli di uscire dalla posa in caso di dolore? È consentito porre domande durante le lezioni? Lo studente ha altre domande prima di iniziare? In questo modo, fai sentire lo studente benvenuto e sicuro.  

3. Creare un ambiente neutro

L’ambiente dello studio è un fattore molto importante in termini di sicurezza. Con in mente la sensibilità al trauma, è meglio attenersi a un ambiente neutro. Tutti i tipi di trigger sensoriali possono causare ansia, come odori specifici, suoni o cambiamenti inaspettati. Se usi la musica, usa una musica di sottofondo delicata con pochissima (o nessuna) voce. E sebbene l’uso dei profumi sia abbastanza comune nelle lezioni di yoga, non è necessario. Per creare uno spazio yoga sicuro, anche l’illuminazione che usi ha un effetto. Assicurati che la luce sia fioca e confortante, invece che dura o troppo scura. Nel complesso, creare un ambiente chiaro e neutro per un’atmosfera tranquilla.  

4. Inizia delicatamente e incoraggia la pratica consapevole

Per i nuovi studenti, c’è spesso molto da imparare. Invece di correre in una sequenza, scendi e invita gli studenti a essere consapevoli del loro corpo, respiro e mente. Questo è utile non solo per i principianti, ma in generale incoraggia l’autocoscienza. Alcuni esercizi delicati per riscaldarsi sono anche una buona idea per prevenire lesioni. E includere una posa di risposta, come quella del bambino, all’inizio della lezione è un buon modo per dare la possibilità di riposare ogni volta che è necessario. Se stai insegnando una lezione aperta, puoi parlare con il nuovo studente prima di iniziare o nominare alcune opzioni durante l’insegnamento.  

4 Non tenere la tua lezione di yoga al sicuro

1. Non apportare modifiche pratiche senza chiedere l’autorizzazione (utilizzare invece un invito per dire di no in modo non invasivo)

La sicurezza, specialmente in un approccio sensibile al trauma, riguarda in gran parte il rispetto dei confini personali e la creazione di fiducia. Pertanto, chiedere l’ autorizzazione prima di utilizzare il tocco è molto importante. Questo può essere difficile, dato che dire “no” in pubblico può essere una sfida per alcune persone, quindi semplicemente chiedere all’inizio della lezione chi è d’accordo potrebbe non essere sufficiente. Un modo non invasivo per chiedere il permesso è farlo durante l’apertura della meditazione, quando la maggior parte delle persone ha gli occhi chiusi. Puoi invitare i tuoi studenti a mettere una mano sulla pancia o sulla spalla se non vogliono essere toccati. Un’altra opzione è quella di utilizzare le carte che gli studenti possono posizionare accanto al proprio tappetino, raffiguranti un “sì” o un “no” per le regolazioni pratiche. Questa opzione consente anche alle persone di cambiare idea durante le lezioni.  

2. Non concentrarti sul fare tutto alla perfezione (invece, sii un esempio di autocompassione)

Come insegnante di yoga, puoi usare la tua posizione per mostrare ai tuoi studenti come essere compassionevoli. Permettiti di fare errori, di perdere il tuo equilibrio di tanto in tanto, e di riderci sopra. Ciò toglie la pressione per i nuovi studenti e le persone che tendono al perfezionismo potrebbero imparare ad ammorbidirsi. Mostra il tuo lato umano e sottolinea la bellezza della pratica invece della perfezione.  

3. Non essere rigoroso sui segnali di allineamento (usa invece il linguaggio degli inviti e consenti alle persone di esplorare le loro esperienze personali)

Una pratica yoga sicura include la prevenzione delle lesioni . In alcune posizioni yoga, specifici segnali di allineamento potrebbero essere utili per una persona, ma dannosi per l’altra. Come riconosciuto sempre di più, ogni corpo ha la sua anatomia. È importante come insegnante di yoga riconoscere le differenze individuali. Pertanto, prova a offrire diverse opzioni e usa un linguaggio gentile e invitante. In questo modo, consenti ai tuoi studenti di esplorare i loro corpi senza giudizio. Riduci anche significativamente il rischio di lesioni.  

Leggi un esempio di come insegnare l’allineamento funzionale rispetto a quello estetico: come praticare la posa dei piccioni per tutti i livelli di mobilità

4. Non far finta di sapere tutto (invece, rimanda i tuoi studenti a uno specialista se non hai esperienza in campo medico)

Come insegnante di yoga, potresti ricevere domande su una grande varietà di problemi di salute. Se uno dei tuoi studenti riporta condizioni mediche, fisiche o mentali che non conosci in dettaglio, preferibilmente fai riferimento a uno specialista. Cerca di non fare affermazioni sulla base di conoscenze non fondate ; invece riconosci che non puoi assolutamente sapere tutto. Se hai qualifiche in campo medico, ovviamente puoi usare la tua esperienza per aiutare i tuoi studenti nella loro pratica. In questo caso, tieni presente che insegnare una lezione di yoga è qualcosa di diverso dall’offrire terapia o un consulto medico. Mantenerlo semplice e separato. Questo è il principio di essere professionale: fai quello che dovresti fare al meglio delle tue conoscenze. Niente di meno, niente di più.  

Creazione di uno spazio yoga sicuro – Riepilogo

In conclusione, far che i tuoi studenti si sentano al sicuro nella tua classe include diversi elementi. Prestare attenzione personale a ciascuno studente, conoscere nuove persone con l’ambiente e chiedere informazioni sugli infortuni può aiutarti a stabilire fiducia e chiarezza. Un ambiente calmo e tranquillo crea sicurezza in generale. Durante l’insegnamento, concentrati sulla prevenzione degli infortuni e rispetta i confini in termini di contatto. Infine, il tuo atteggiamento come insegnante può essere uno strumento per far sentire gli studenti benvenuti e al sicuro . Se non sei uno psicologo qualificato, ti consiglierei di chiamare le tue lezioni di yoga sensibile al trauma [ 1 ]. Ma anche senza di essa, l’aspetto della non violenza è inerente alla filosofia yogica e dovrebbe essere dato anche in qualsiasi forma di pratica dello yoga fisico! Sii compassionevole e attento e non dimenticare di divertirti! Ciò renderà gli studenti non solo sicuri nella tua classe, ma anche sicuri.  

Circa l’autore

Kalyani Hauswirth-Jain è direttore creativo e insegnante senior presso l’Arhanta Yoga Ashrams dal 2013. Insegna durante l’Arhanta Yoga Teacher Training di 200 ore, Yoga Teacher Training di 300 ore e una varietà di corsi di 50 ore come Yin Yoga e Vinyasa Yoga, da più di otto anni.

Subscribe now to receive our series of short e-books

Our E-books

Subscribe to our mailing list and receive a series of short e-books