Tre modi efficaci per risvegliare il secondo chakra, Swadhisthana

Comprendere Swadhistana Chakra

Hai mai incontrato qualcuno che irradia un tipo di energia sincera, calda e positiva? Il tipo di persona che abbraccia il mondo e con il quale ci si sente subito a proprio agio? Beh, se avete incontrato una persona simile molto probabilmente questa persona ha il secondo chakra in equilibrio. Le persone con un chakra del sacro equilibrato sono aperte al mondo che li circonda. Sono energiche, emotivamente stabili e radicate, compassionevoli e sperimentano la vera gioia nella vita.

Swadhisthana Chakra 2

Swadhisthana, il chakra del sacro, è il centro delle passioni, emozioni, piacere e creatività. Questo chakra è situato nella zona pelvica, circa quattro dita sotto l’ombelico. Quando Swadhisthana chakra è fuori equilibrio potrebbero verificarsi problemi di fiducia, ci si può comportare in modo freddo e distaccato con le altre persone o si potrebbe sperimentare il contrario quindi essere eccessivamente bisognosi e dipendenti. Le persone con uno squilibrio del secondo chakra spesso si sentono sopraffatte, sono iper sensibili e tendono ad avere problemi sessuali. Essi sono inclini a soffrire di depressione e dipendenze e sembrano essere attratti da conflitti e drammi.

Lo squilibrio del secondo chakra si manifesta anche a livello fisico attraverso problemi urinari, renali, ginecologici e mal di schiena.

Come risvegliare e bilanciare il chakra del sacro

Dal momento che il secondo chakra è il centro dell’energia emozionale, la maggior parte delle persone fa, prima o poi, esperienza di uno squilibrio di questo chakra. Di conseguenza è utile sapere come bilanciare Swadhisthana, in modo tale da poter agire immediatamente in caso di necessità.

1. Risvegliate il vostro bambino interiore e andate oltre i vostri limiti

Abbiamo tutti sentito parlare del bambino interiore presente in ognuno di noi. Per lo più però questo bambino interiore viene represso a causa dell’enorme e costante stress e pressione a cui siamo sottoposti. Risvegliare il vostro bambino interiore attiverà il vostro secondo chakra e aumenterà la vostra creatività e gioia di vivere. Il mezzo migliore per liberare il vostro bambino interiore è la musica. Ballare selvaggiamente, senza limiti o confini. Quindi, chiudete le persiane, accendete la vostra musica preferita e … lasciatevi andare! Anche cantare bhanjan o kirtan o recitare mantra è un modo efficace per andare oltre i propri confini e limiti, quando lo si fa liberamente, senza pensare, l’ego diminuisce. Questo aiuta ad aprirsi e a lasciare andare molti blocchi emozionali, permettendo al chakra del sacro di irradiare nuovamente energia liberamente.

2. Stimolate il secondo chakra nella vostra pratica yoga

Come la maggior parte dei praticanti yoga sa, le emozioni e le tensioni tendono ad accumularsi nella zona pelvica. Questo spiega il motivo per cui ci sono così tante posizioni di apertura delle anche nello yoga. Se non siete convinti della validità di questa affermazione, provate voi stessi ed osservare la differenza in termini di flessibilità nelle articolazioni delle anche un giorno in cui vi sentite rilassati e positivi e uno in cui vi sentite emotivi e stressati. E’ probabile che la flessibilità sia ridotta in modo significativo quando ci si trova in uno stato emotivo della mente. Includendo alcuni esercizi di apertura delle anche nella vostra pratica yoga non solo lasciate andare la tensione fisica, ma liberate anche i blocchi emotivi e, di conseguenza, equilibrate il secondo chakra. Anche alcune posizioni di equilibrio, come Kakasana (la posizione del corvo), o in piedi, come Trikonasana (la posizione del triangolo), sono posizioni molto utili per bilanciare Swadhisthana Chakra.

3. Lasciate andare il bagaglio emotivo

La causa comune di un chakra del sacro bloccato o iperattivo è il bagaglio emotivo. Quando non si è in grado di lasciar andare le emozioni – che si tratti di paura, rabbia, frustrazione, vergogna – le emozioni si accumulano fino a formare un mattone pesante che vi abbatte mentalmente e fisicamente. Di conseguenza il secondo chakra, centro dell’energia emotiva, potrebbe, come meccanismo di protezione, chiudersi completamente o, al contrario, potrebbe diventare iperattivo, causando oscillazioni estreme dell’umore, depressione, ecc. Ci sono diversi modi per liberare le emozioni, alcuni ovvi: come parlarne o scrivere, ma anche attività creative come l’arte o la musica, o la meditazione, lo yoga, ecc.; è importante provare cose diverse per scoprire ciò che funziona meglio per voi. E’ veramente incredibile quanto sollievo si può sentire quando si riesce ad esprimere e a lasciare andare emozioni che erano bloccate o represse.

Imparate di più sui chakra e sull’effetto dello yoga sui chakra durante il nostro corso di formazione insegnanti Hatha Yoga in India o nei Paesi Bassi. Durante la formazione insegnanti Yin Yoga potrete godere di una pratica dolce e sperimentare veramente la pace mentale che lo Yin Yoga può dare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *