Sequenza di Swami Sivananda

sivanandaSwami Sivananda (1887 – 1963) è stato un leader spirituale indiano molto stimato ed un insegnante di Yoga leggendario. Dedicò la sua vita al servizio dell’umanità, scelse di fare il medico e curò le persone povere e bisognose in Malesia per molti anni. Alla fine della sua carriera di medico, scelse una vita di rinuncia e si stabilì a Rishikesh.Swami Sivananda insegnò alla gente come mantenere il corpo sano e forte praticando yoga asana, pranayama e kriya.
Sviluppò una sequenza di 12 asana di base, strutturata in modo tale da stimolare e riequilibrare i chakra, partendo dal settimo chakra, Sahastrara.
Il bilanciamento dei chakra ha un effetto positivo sull’equilibrio emotivo e fisico.Qui di seguito vi indichiamo la sequenza di Swami Sivananda con la spiegazione dei chakra stimolati.
Questa sequenza offre una pratica yoga completa e bilanciata. Naturalmente è possibile fare delle variazioni aggiungendo altre asana o variare queste, ma questa sequenza è un punto di partenza molto utile per strutturare una lezione o una pratica yoga.

 

1. Shirshasana (posizione sulla testa)

SAHASTRARA CHAKRA (Chakra della corona)

La sequenza di Swami Sivananda inizia con la più importante asana yoga, stimolando il settimo chakra Sahastrara ossia il chakra della corona. Questo chakra è il centro della spiritualità, dell’illuminazione, del pensiero dinamico e dell’energia. Quando questo chakra è sbilanciato, ci può essere un costante senso di frustrazione, nessuna scintilla di gioia, emicrania, mal di testa e depressione. Stimolare il chakra della corona è molto utile per migliorare la concentrazione, la forza di volontà e la concentrazione.

2. Sarvangasana (posizione sulle spalle)
3. Halasana (posizione dell’aratro)

VISHUDDHA CHAKRA (Chakra della gola)

Nella sequenza di Swami Sivananda, Shirshasana è seguita da Sarvangasana ed Halasana che stimolano il quinto chakra, Vishuddha. Questo chakra è il centro della comunicazione e del suono. È anche il luogo di espressione della creatività attraverso il pensiero, la parola e la scrittura. Quando questo chakra non è in equilibrio, ci si può sentire timidi, deboli o non in grado di esprimere i propri pensieri.

4. Matsyasana (posizione del pesce)

ANAHATA CHAKRA (Chakra del Cuore)

Dopo aver lavorato sul chakra della gola, con Matsyasana viene invece stimolato il quarto chakra, Anahata, ossia il chakra del cuore. Questo chakra è il centro del potere personale, il luogo dell’ego, delle passioni, degli impulsi, della rabbia e della forza. Matsyasana apre completamente il petto ed il cuore, stimolando Anahata e aiutando a sentirsi allegri, ad avere rispetto di se stessi, ad essere più espressivi, a sentirsi in grado di affrontare nuove sfide e ad avere un forte senso del proprio potere personale.

5. Paschimothanasana (posizione del piegamento in avanti)
6. Bhujangasana (posizione del cobra)
7. Shalabhasana (posizione della locusta)
8. Dhanurasana (posizione dell’arco)
9. Ardh Matseyendrasana (posizione del signore dei pesci)

MANIPURA CHAKRA (Chakra del plesso solare)

Manipura, il terzo chakra, è situato tra l’ombelico e la parte inferiore della gabbia toracica. Paschimothanasana, Bhujangasana, Shalabhasana, Dhanurasana e Ardh Matseyendrasana stimolano questo chakra comprimendolo (nel piegamento in avanti), premendolo nel pavimento (nella posizione del cobra, della locusta e dell’arco) o comprimendola (nella mezza torsione spinale). Manipura è chiamato il chakra della forza vitale. È sede dell’elemento fuoco all’interno del corpo. Concentrarsi su Manipura chakra, aiuta ad eliminare la paura del fuoco e a liberarsi dalle malattie. Quando il chakra del plesso solare è fuori equilibrio, si può soffrire di difficoltà digestive, di problemi al fegato, di diabete, di esaurimento nervoso e di allergie alimentari.

10. Kakasana (posizione del corvo)

sequenza-sivananda-corvo

 

 

 

 

 

 

 

11. Uttanasana (posizione del piegamento in avanti in piedi)
12. Trikonasana (posizione del triangolo)

SWADHISTHANA CHAKRA (Chakra)

Il prossimo Chakra è Swadhisthana Chakra, che si trova nella parte inferiore dell’addome. Questo è il centro dei bisogni di base, della sessualità, dei desideri, della creatività e dell’autostima. Bilanciare questo chakra migliora la capacità di relazionarsi con gli altri in modo aperto e cordiale e aiuta a sentirsi emotivamente più equilibrati. Quando Swadhisthana è fuori equilibrio, ci si può sentire emotivamente esplosivi, ossessionati da pensieri di sesso, si tende a manipolare, o può mancare l’energia.

La sequenza Arhanta Yoga

Come Arhanta Yoga seguiamo la sequenza di Swami Sivananda. Tuttavia abbiamo aggiunto alcune asana in modo da avere una pratica più completa, eccole qui elencate: Setubandhasana (posizione del ponte) che stimola Vishuddha, Gomukhasana (posizione del muso di vacca) e Poorvotanasana (posizione del piano inclinato) che stimolano Anahata, Vrikshasana (posizione dell’albero) che stimola Swadhisthana e Tadasana (posizione della montagna) che stimola Muladhara.

Ognuno è ovviamente libero di aggiungere delle asana e di modificare la sequenza di Swami Sivananda per soddisfare le proprie esigenze, ma questa sequenza è un buon punto di partenza per avere una lezione di yoga equilibrata e ben strutturata.

Per ulteriori informazioni sui benefici dello yoga potete contattare l’indirizzo email: yogiram@arhantayoga.org, Website: http://www.arhantayoga.it / http://www.arhantayoga.org

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *